Altari della Basilica - Santuario-Basilica Madonna dei Miracoli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Altari della Basilica

Storia del Santuario

ALTARI DELLA BASILICA


La Basilica è ornata di sette Altari. A sinistra di chi entra dalla porta principale, c'è un maestoso altare, con una tavola davvero incantevole della NATIVITÀ di Gesù. Il dipinto, di stupenda fattura, già attribuito a Cima da Conegliano e a Domenico Capriolo, è oggi dalla critica attribuito a BERNARDINO D'ASOLA.


S. Cuore opera di Luigi Nono, 1895
Continuando sul lato sinistro, si incontra l'ALTARE del S. CUORE, con una pregiatissima tela del veneziano LUIGI NONO: 1895.


Poco più avanti si trova la CAPPELLA della MADONNA: è il centro spirituale del Santuario, perché costruita sul luogo preciso dell' Apparizione della Vergine. In alto, sopra l'altare, ricco di marmi, si ammira una pregevole ASSUNTA di PALMA il GIOVANE. Ai lati dell'altare, due classiche statue di S. FRANCESCO e di S. ANTONIO.


Sulle pareti della CAPPELLA, a destra, un grande e arioso dipinto della Scuola del Tiepolo, rappresenta la scena dell'APPARIZIONE della MADONNA al vecchio CIGANA; a sinistra, vi sono due classiche tele, attribuite al DECIANI, della Scuola Veneta Minore: La PRESENTAZIONE al TEMPIO e lo SPOSALIZIO di MARIA SS. Ma queste tele avrebbero bisogno di più luce per essere gustate nella loro bellezza cinquecentesca.
In alto, nelle vele, antichi affreschi restaurati, raffiguranti Apostoli e Santi abbinati.

Ancona del Sansovino

L'ALTARE MAGGIORE
, rifatto nel 1947, è un vero capolavoro per l'incantevole ANCONA del SANSOVINO, che lo sormonta.

L'ANCONA, divisa in 5 riquadri, con le sculture dell'ANNUNZIATA, di S. FRANCESCO e di S. ANTONIO, è lavorata con gusto finissimo e presenta un ardito gioco di prospettiva.

San Francesco d'Assisi Sant'Antonio di Padova
In alto, nelle vele del Presbiterio e dell' Abside, figure di PROFETI e di SANTI Francescani, dipinti recentemente dal Prof. DONADON e dal Prof. MA TTIELLI.




Dietro l'Altare Maggiore, c'è il vasto CORO dei Frati, con il grandioso Organo della Ditta Zanin di Codroipo, costruito nel 1926. Semidistrutto dalla disastrosa inondazione del novembre 1966 fu rifatto dalla Ditta G. Zanin, con innovazioni tecniche e 39 registri reali. Fu collaudato nel 1969.

S. Francesco in gloria del Mattielli 1926
A destra dell' Altare Maggiore, la CAPPELLA di S. FRANCESCO contiene una pala dipinta dal MATTIELLI nel 1926, raffigurante S. FRANCESCO in gloria e i Santi ANTONIO, LODOVICO ed ELISABETTA.
Girando lungo la navata destra della Basilica, si ammira l'Altare di S. AUGUSTA, con una tela che ne rappresenta il martirio; in fondo alla navata destra, un altare con un quadro (Scuola di Palma il Giovane) raffigurante la Vergine col Bambino e i Santi PIETRO Apostolo e NICOLÒ Vescovo.


IN SACRESTIA
: si può vedere una dolce Madonna, probabilmente della Scuola di RAFFAELLO.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu